Errore BSOD STOP: 0x000000A5

Avrai sicuramente cercato su Google la soluzione a questo errore, ma non hai trovato quella che fa al caso tuo?Leggi e segui con attenzione!

Cosa ha causato questo errore BSOD?

Sul computer c’è almeno una partizione o un intero disco dove è stato installato Windows da poco. Dopo l’installazione di Windows, tutti vogliamo attivarlo, per evitare che quest’ultimo ci mostri avvisi a riguardo e, infine, riavviarsi automaticamente ogni due ore.

Molto spesso gli utenti di Windows cercano di usare crack e/o attivatori per attivare la loro copia di Windows. In questo caso molto probabilmente si è usato ‘Windows Loader’ sviluppato da un certo ‘Daz’ .

Il tentativo di attivazione eseguito dal programma modifica il settore di boot del S.O. e quest’ultimo entra in crash in fase di avvio, subito dopo il logo animato di Windows, motivo per cui ci viene mostrato il BSOD(Blue Screen Of Death).

Nota: l’errore si verifica quando si usa il boot loader originale/’legacy’ di Windows 7 .

Cosa NON risolve l’errore?

Inutile provare a risolvere il problema usando solo gli strumenti di diagnostica messi a disposizione da Windows, o cercare di aggiornare il BIOS o altro. Se il BIOS del produttore della tua scheda madre non si trova facilmente o devi preparare una chiave specifica con il software giusto dentro, ci metterai molto tempo ed anche senza risultati apprezzabili. Il tempo per aggiornare il BIOS sarà maggiore di quello per usare il metodo proposto da me.

L’errore si presenta anche se proviamo ad accedere a Windows in modalità provvisoria, sia con rete che senza, e con riga di comando . Infatti l’errore compare nuovamente quando Windows cerca di caricare il file classpnp.sys .

Non provare neanche l’opzione “Ultima configurazione valida nota(avanzato)” , darà lo stesso risultato.

Neanche il metodo di ripristino all’avvio, proposto da Windows, dicendo che il sistema non è stato arrestato correttamente, funzionerà.

Eccezione: Tentare di recuperare i dati collegando l’HD ad un altro pc con un OS funzionante non sarebbe una cattiva idea: i backup possono sempre servire, anche in altre occasioni.

Due secondi di respiro prima che risolviamo effettivamente l’errore.
Ti interessa quanto mostrato qui sotto?


Cosmin Costea Author

Mi chiamo Costea Cosmin, e sono uno studente di Ingegneria Informatica, appassionato da sempre di Internet e di ogni cosa che significa computer. Lato software mi piace Windows e WPhone, anche se Android non è male per niente. Potete trovarmi su Twitter(costeacosmin92) o mandarmi una mail a costeacosmin92@yahoo.it oppure ad admin@win-helper.it

Lascia un commento